Vertigini: “Perché tutto gira intorno a me?”

Vertigos: "Perché tutto gira intorno a me?"

Sentirci come se stessimo andando su una giostra, avvertendo movimenti rotatori, sono i sintomi più caratteristici della vertigine. Se si verificano frequentemente, è obbligatorio consultare il medico per scoprire la causa.


Di solito è un problema benigno, che di solito è dovuto a qualche alterazione nella parte dell’orecchio interno che controlla l’equilibrio (labirinto vestibolare o canali semicircolari) o nel nervo vestibolare, che collega l’orecchio interno al tronco cerebrale. . In questo caso, si chiama vertigine periferica e il grilletto potrebbe essere stato il fatto di alzare e abbassare ripetutamente la testa, il che può far muovere e spostare i cristalli minerali (otoliti) normalmente presenti nel vestibolo dell’orecchio interno, nei canali auricolari. Questo tipo di vertigine può anche essere causato dall’assunzione di alcuni farmaci, tumori dell’orecchio non cancerosi.

Contrariamente alla credenza popolare, i problemi cervicali spesso non producono vertigini o mancamenti. Inoltre, il blocco dei vasi che trasportano il sangue al cervello dall’osteoartrite cervicale non provoca vertigini.

Esiste un altro tipo di vertigine (vertigine centrale), che origina da alterazioni nel cervello, in particolare nel tronco encefalico o nella parte posteriore del cervello (cervelletto), e che possono comparire nelle persone che soffrono di emicrania, sclerosi multipla o epilessia . Le vertigini centrali possono anche essere un sintomo di un ictus.

Come riconoscerli?

Una vertigine che origina nell’orecchio (vertigine periferica) , oltre a questa caratteristica sensazione di rotazione, di solito provoca:

  1. Nausea e vomito
  2. Visione offuscata, movimento degli occhi alterato.
  3. Disagio generale
  4. Perdita dell’udito in un orecchio o ronzio.
  5. Perdita di equilibrio.

Una vertigine causata da un’alterazione nel cervello (vertigine centrale) , è solitamente accompagnata da altri segni diversi, come:

  1. Paralisi di alcuni muscoli facciali.
  2. Doppia visione e movimenti oculari irregolari.
  3. Difficoltà a deglutire e parlare.
  4. Perdita di forza nelle braccia e nelle gambe.

Quando andare dal medico

Sebbene, come abbiamo visto, la maggior parte delle cause di vertigini siano benigne, per alcuni giorni richiederà un trattamento specifico con farmaci, quindi dovresti consultare un medico il prima possibile. Una revisione consentirà di escludere gravi alterazioni.

È molto importante far sapere al medico se è il primo episodio di vertigine che si verifica o al contrario, sono già stati subiti molti precedenti, insieme ad altri dati che ci chiederai della nostra salute generale, che sarà essenziale per decidere se sono necessari. test complementari e per guidare un trattamento specifico.

Come posso distinguere la causa delle vertigini?

Va ricordato che vertigini e mancamenti non sono la stessa cosa. Entrambi condividono sintomi come perdita di equilibrio, disagio, possibile nausea o vomito, visione offuscata o ronzio nelle orecchie, ma il segno caratteristico della vertigine è la sensazione che tutto intorno gira. Questo non succede quando abbiamo i mancamenti. 

Molto spesso, le vertigini sono il risultato di un improvviso calo della pressione sanguigna, disidratazione o colpo di calore. Molte persone hanno le vertigini se si alzano troppo velocemente quando sono seduti o sdraiati. Un’altra causa comune di vertigini è viaggiare in un veicolo poiché il cervello reagisce male al “pensare” che si sta muovendo mentre il corpo è apparentemente immobile (cinetosi).

In questi casi, è normale che la persona si riprenda spontaneamente in pochi minuti. Tuttavia, avere vertigini può spesso essere un sintomo di altri disturbi, che possono essere significativi e dovrebbero essere valutati da un medico.

Come prendersi cura di una persona che soffre di vertigini?

  1. Se è in piedi, aiutala a sedersi per impedirle di cadere e di colpire se stessa. 
  2. Se è successo a casa, sdraiarla su una poltrona o in un letto con la testa appoggiata e il corpo allungato, in modo che sia a suo agio. Fallo con attenzione, senza movimenti improvvisi. Lascia riposare per qualche minuto. A poco a poco la persona dovrebbe sentirsi meglio, anche se la vertigine può continuare per ore (a volte giorni) anche se non si muove affatto.
  3. Potrebbe iniziare a vomitare. Forniscigli un contenitore o un sacchetto di plastica.
  4. Se il disagio della persona interessata è molto intenso, per uscire dai dubbi chiama il numero di telefono di emergenza del luogo in cui ti trovi (118 ). I professionisti dell’emergenza ti guideranno su cosa fare. Se necessario, arriveranno il prima possibile.
  5. Non dare alla persona colpita nulla da bere o da mangiare fino a quando non si sarà completamente ripreso.

Esistono esercizi che aiutano a riprendersi dopo un episodio di vertigine, come le manovre di Semont ed Epley, che consistono nel muovere la testa in un certo modo in modo che i cristalli minerali spostati tornino al loro posto. Devono essere sempre eseguiti sotto controllo medico per non aggravare la situazione 

E quanto durano?

Le vertigini causate dallo spostamento degli otoliti all’interno dell’orecchio di solito durano meno di un minuto, anche se è normale che il disagio duri un po ‘più a lungo. La vertigine che causa la malattia di Ménière può durare da 30 minuti a due ore, mentre la vertigine associata all’emicrania può durare diversi giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...